Salta al contenuto
Linkedin Login con Postman
AngePili.it

Linkedin Login con Postman

Linkedin Login con Postman

Linkedin, entrato a far parte nel 2016 della galassia di prodotti Microsoft, è sicuramente la piattaforma social più utilizzata nel contesto professionale e quindi nel mondo del lavoro; come la maggior parte di questi strumenti, sono disponibili delle API pubbliche per poter interagire ed integrare flussi custom.

Per poter eseguire queste integrazioni, Microsoft mette a disposizione una buona documentazione semplice da leggere e capire.

Creare l’applicazione

Prima di tutto occorre registrare una nuova applicazione dalla dashboard dedicata.

Ci verranno richiesti alcuni campi da compilare come: nome dell’app, logo e privacy.

Dopo aver salvato invece potremmo accedere al pannello completo di amministrazione, infatti cliccando sul tab “Auth” avremmo il box chiamato “OAuth 2.0 settings”, dove è importante inserire un nostro indirizzo di ritorno, per poter completare il processo di autenticazione. In fase di sviluppo è possibile utilizzare localhost, 127.0.0.1, o anche l’indirizzo completo di porte, tipo 127.0.0.1:3000.

Per iniziare, quindi inseriamo il nostro indirizzo di svilippo con un /linkedin.html alla fine, ex: 127.0.0.1:8000/linkedin.html

Poco sopra, ci sono 2 dati molto importati per la nostra applicazione: il client_id e il client_secret; questi sono gli identificatori del nostro applicativo, il primo pubblico, e quindi può essere utilizzato in chiaro nelle chiamate, il secondo è privato.

Dal tab “Products” aggiungiamo i prodotti:

  • Sign In with LinkedIn
  • Share on LinkedIn

Il primo ci darà i permessi per poterci autenticare con la piattaforma, il secondo di condividere un post.

Usiamo l’autenticazione Oauth2

Linkedin utilizza lo standard di autenticazione Oauth2, un metodo sicuro, adottato da tante piattaforme, che in parole molte semplici, permette di effettuare le operazioni su API attraverso un token con una certa data di scadenza, che rilascia il servizio dopo una prima autenticazione, e che verra inviato ad ogni chiamata.

Per ottenerlo dobbiamo prima eseguire una chiamata per ottenere il code, con i seguenti parametri:

METODO: GET
URL: https://www.linkedin.com/oauth/v2/authorization
PARAMETRI:
    response_type=code 
    client_id=${cliente_id} # dalle impostazioni dell'app
    state=${$state} # un numero casuale, va bene anche un timestamp
    redirect=${redirect_uri} # redirect di ritorno dell'app http://localhost:8000/linkedin.php
    scope=r_liteprofile+r_emailadress

Prima di eseguire la chiamata, modifichiamo il nostro file linkedin.php per ottenere direttamente in pagina i parametri che ci servono, altrimenti dovremmo estrapolarli dalla url.

<?php
print $_GET['code'];
print $_GET['state']

Chiamando questo indirizzo, ci verrà chiesto se vogliamo autorizzare l’app ad utilizzare i nostri dati; proseguendo verremmo reindirizzati al nostro redirect_url impostato sull’app, con il code e lo state. Quindi direttamente dal browser effettuiamo la chiamato:

https://www.linkedin.com/oauth/v2/authorization?response_type=code&client_id=${client_id}&state=19890211&redirect_uri=http://localhost:8000&scope=r_liteprofile+r_emailaddress

A questo punto apriamo Postman, su una nuova scheda, impostiamo i seguenti parametri

METODO: POST
URL: https://www.linkedin.com/oauth/v2/accessToken
PARAMETRI:
    grant_type: authorization_code
    client_id: ${client_id}
    client_secret: ${client_secret}
    redirect_uri: http://localhost:8000/linkedin.php
    code: ${code} # il "code" ottenuto nella chiamata precedente

A questo punto abbiamo ottenuto il token, e quindi ci siamo autenticati. Infatti d’ora in poi possiamo eseguire tutte le nuove chiamate utilizzando il token nei parametri dell’header della chiamata, e verremo sempre riconosciuti.

Ottenere i dati del profilo

Ad esempio, possiamo ottenere le informazioni del nostro utente, o dell’utente per cui si ha il token attivo, eseguendo questa chiamata:

METODO: GET
URL: https://api.linkedin.com/v2/me
PARAMETRI: no
HEADERS:
    Authorization: Bearer ${access_token}

Response:


{
    "localizedLastName": "Pili",
    "lastName": {
        "localized": {
            "en_US": "Pili"
        },
        "preferredLocale": {
            "country": "US",
            "language": "en"
        }
    },
    "firstName": {
        "localized": {
            "en_US": "Angelo"
        },
        "preferredLocale": {
            "country": "US",
            "language": "en"
        }
    },
    "profilePicture": {
        "displayImage": "urn:li:digitalmediaAsset:id-dell'immagine-di-profilo"
    },
    "id": "id-dell'utente",
    "localizedFirstName": "Angelo"
}

Nel prossimo post vedremo i passaggi successivi: la login su linkedin con javascript e ancora nel successivo Pubblicare un post con le API di Linkedin.