Salta al contenuto
Linkedin Login con Javascript
AngeloPili.it

Linkedin Login con Javascript

Linkedin Login con Javascript

Nel precedente post Linkedin Login con Postman abbiamo visto come consumare le API di linkedin attraverso postman, ora invece passiamo ai fatti rieseguendo tutti i passaggi con Javascript.

Per comodità utilizzeremo lo scaffolding di Parcel, dato che di partenza ha già tutto configurato ( ho scritto un post a riguardo Creare un progetto parceljs ), ma volendo si può integrare in qualsiasi altro scaffolding ad esempio webpack.

Per connetterci avremmo bisosgno quindi di un bottone “accedi con linkedin” e un div che farà da wrapper per restituire i nostri dati dopo l’autenticazione. In un file html quindi ci mettiamo il giusto necessario:

<!DOCTYPE html>
<html lang="en">
<head>
    <meta charset="UTF-8">
    <meta name="viewport" content="width=device-width, initial-scale=1.0">
    <title>Linkedn</title>

</head>
<body>

    <img src="https://content.linkedin.com/content/dam/developer/global/en_US/site/img/signin-button.png" alt="linkedin" id="linkedin-login">

    <div id="profile"></div>

    <script src="./index.js"></script>
</body>
</html>

Passiamo alla parte di Javascript ed iniziamo ad installare le dipendenze, ci serviranno:

  • axios: per le richieste http
  • querystring: per convertire in stringa i parametri da un oggetto
  • store: per memorizzare i dati su local storage

quindi da terminale:

npm i --save axios querystring store

e sul nostro file Javascript

import axios from 'axios';
import querystring from 'querystring';
import store from 'store';

Creiamo un file .env sulla root del progetto con i seguenti parametri

CLIENT_ID=${tuo-cliente-id}
CLIENT_SECRET=${tuo-cliente-secret}
REDIRECT_URI=${tuo-redirect}

Con il .env avremo ben separati la parte di variabili di ambiente dal codice, ed avere quindi la possibilità di diversi setting per locale e produzione; ovviamente questo file sarebbe utile tracciarlo sul .gitignore per escluderlo dal versionamento.

Iniziamo a dichiarare un pò di variabili sul Javascript, tra cui anche quelle di ambiente:

const client_id = process.env.CLIENT_ID;
const client_secret = process.env.CLIENT_SECRET;
const redirect_uri = process.env.REDIRECT_URI;

const corsUrl = 'https://cors-anywhere.herokuapp.com/'; // Proxy per bypassare CORS

// Endpoint
const url = {
    auth    : 'https://www.linkedin.com/oauth/v2/authorization',
    token   : 'https://www.linkedin.com/oauth/v2/accessToken',
    me      : 'https://api.linkedin.com/v2/me'
}

const parameters = new URLSearchParams(window.location.search); // Per ottenere i parametri GET
const btnLogin = document.getElementById('linkedin-login'); // Bottone
const wrapper = document.getElementById('profile'); // Wrapper

Le funzioni javascript per la login API di Linkedin

Ora che abbiamo tutte le variabili di cui abbiamo bisogno, possiamo iniziare a scrivere le funzioni che richiameranno gli endpoint, e restituiranno le informazioni che ci occorrono. La prima funziona che ci occorre è quella che apre la login di Linkedin e ci restituisce il parametro code:

const LnkLogin = ()=> {
    const params = {
        response_type:'code',
        client_id: client_id,
        state: Math.floor(Date.now() / 1000),
        redirect_uri: redirect_uri,
        scope: 'r_liteprofile r_emailaddress w_member_social'
    }
    const urlWindow = `${getEndpoint('auth',false)}?${querystring.stringify(params)}`;
    window.open(urlWindow,'_self');
}

Dobbiamo richiedere il token di sessione a Linkedin, imprescindibile per eseguire tutte le future chiamate. Con javascript inizializzeremo una promises:

const LnkToken = ()=> {
    const config = {
        grant_type : 'authorization_code',
        client_id : client_id,
        client_secret : client_secret ,
        redirect_uri : redirect_uri,
        code : parameters.get('code')
    }
    return new Promise((resolve, reject) => {
        axios.post(getEndpoint('token'),querystring.stringify(config),{
            headers: { 
                'content-type': 'application/x-www-form-urlencoded',
            },
        })
        .then ( result => {
            resolve(result.data.access_token) 
        })
        .catch( err => reject(err) )
    });
}

Ora che abbiamo ottenuto il token, siamo autenticati con Linkedin e d’ora in poi dovremmo passarlo nell’header della richiesta con un Authorization Bearer. Questa chiamata all’API ci permetterà di ottenere i nostri dati personali come nome, cognome ed indirizzo email.

const LnkMe = ()=> {
    const { token } = store.get('linkedin');
    return new Promise((resolve, reject) => {
        axios.get(getEndpoint('me'),{
            headers: { 
                'Authorization': `Bearer ${token}`,
            },
        })
        .then ( response => {
            if(response.data?.id) {
                store.set('linkedin',{
                    ...store.get('linkedin'),
                    ...response.data
                })
                resolve(response.data)
            }
            reject(err)
        })
        .catch( err => reject(err) )
    });
}

Non è previsto un endpoint per eseguire il logout, semplicemente andremmo a distruggere il token, i dati che abbiamo memorizzato e reinizializziamo l’applicazione.

/**
 * Eseguo il logout
 */
const LnkLogout = () => {
    const btnExit = document.getElementById('logout');
        btnExit.addEventListener('click',()=> { 
            store.clearAll();
            btnLogin.style.display = 'block';
            wrapper.innerHTML = '';
            window.location.search = '';
            init();
        })
}

Per comodità, mettiamo tutto in una funziona l’output dei dati

/**
 * Stampo i miei dati
 */
const LnkProfile = ()=> {
    const { localizedFirstName: firstname, localizedLastName: lastname  } = store.get('linkedin');
    wrapper.innerHTML = `
        Benvenuto <strong>${firstname} ${lastname}</strong> | <a href="javascript:void(0)" id="logout">Logout</a>
    `
    return;
}

La funzione di inizializzazione verifica in quale stato siamo, e richiama gli eventi necessari

const init = ()=> {
    const linkedin = store.get('linkedin');
    // Se sono loggato, esiste l'oggetto linkedin, e quindi il token
    if( linkedin && linkedin.token ){

        btnLogin.style.display = 'none' // Nascondo il bottone
        LnkProfile(); // Stampo i dati
        LnkLogout(); // Se clicco su logout, distruggo la sessione
    } 
    // Abbiamo appena ottenuto il CODE ma non ancora il token
    else if(parameters.get('code') && !linkedin?.token ){

        btnLogin.style.display = 'none' // nascondo il bottone

        LnkToken() // Avvio la catena di richieste per connettermi a linkedin
        .then( token => store.set('linkedin',{ token: token }) )
        .then( ()=> LnkMe() )
        .then( ()=> LnkProfile() )
        .then( ()=> LnkLogout() )
        .catch( err => console.log(err) )

    } 
    // Lo stato di partenza, ancora non ho nulla, devo intereccettare il click del bottone
    else {
        btnLogin.addEventListener('click', ()=> LnkLogin() );
    }
}

Infine per far partire l’applicazione, basterà richiamare la funzione init()

L’applicazione completa è disponibile su github Linkedin Login

Nel prossimo post, vedremo come Pubblicare un post su linkedin tramite le API