Salta al contenuto
Creare un virtual host con Apache su Ubuntu Linux
AngeloPili.it

Creare un virtual host con Apache su Ubuntu Linux

Creare un virtual host con Apache su Ubuntu Linux

Apache è indubbiamente uno dei webserver più diffusi nel mercato server insieme a Nginx, infatti stando alla data odierna di pubblicazione Agosto 2020 è installato sul 36% dei server..

Su ogni server apache è possibile eseguire più domini o virtual host, indirizzi che puntano semplicemente ad una cartella e ne leggono il contenuto secondo le istruzioni di configurazione; oltre che girare su un server in produzione, possiamo anche configurare il tutto per girare in un ambiente locale per lo sviluppo; ad esempio per un dominio nomeapp.com, in locale possiamo avere dominio dev.nomeapp.com.

In questo articolo vedremo come:

  • creare un dominio su apache su Linux
  • impostare una configurazione base del virtual host
  • disabilitare il dominio

Se non ancora installato, dovremo avviare l’installazione di Apache:

sudo apt install apache2

Come creare il virtual host

Inanzitutto occorre creare il file di configurazione, che per convenzione riporta il nome del dominio ed estensione .conf. Quindi da terminale lanciamo:

sudo nano /etc/apache2/sites-available/$NOME_SITO.com.conf

Lanciato questo comando, avremo il file aperto sull’editor nano, dove inseriremo questa configurazione, con le dovute personalizzazione rispetto al nome a dominio e i relativi percorsi

<VirtualHost *:80>
    ServerAdmin admin@test.com
    ServerName test.com
    ServerAlias www.test.com
    DocumentRoot /var/www/test.com/public_html
    ErrorLog /var/www/test.com/logs/error.log
    CustomLog /var/www/test.com/logs/access.log combined
</VirtualHost>

Lanciare da terminale il comando per abilitare il nome a dominio, e successivamente il riavvio del webserver

sudo a2ensite $NOME_SITO.com.conf
sudo service apache2 restart

Fin qui la parte di Apache è già concluso, ora dovremmo dire al server di puntare l’indirizzo locale al nuovo nome a dominio

Apriamo il file hosts

sudo nano /etc/hosts

E dentro il file ggiungere il nuovo dominio con indirizzo a locale 127.0.0.1

127.0.0.1   localhost
127.0.1.1   guest-desktop

127.0.0.1   $NOME_SITO.ext #aggiungere questa riga

Come disabilitare il virtual host

Nel caso in cui volessimo per qualsiasi motivo disabilitare il dominio, ecco la procedura:

Entriamo dentro la directory di apache dove sono presenti tutti i file di configurazione:

cd /etc/apache2/sites-available/

lanciare da terminale

sudo a2dissite $NOME_SITO.com.conf

riavviare apache

sudo service apache2 restart

commentare la relativa riga sul file hosts

127.0.0.1   localhost
127.0.1.1   guest-desktop

#127.0.0.1  $NOME_SITO 

Nel post successivo vedremo come creare un certificato ssl in locale ed abilitare https su localhost.